“Quel cielo di Lombardia cosi bello quand’e’ bello, cosi’ splendido, cosi’ in pace……..”, e’ in questa celebre frase dei Promessi Sposi  la chiave del lavoro di Mario Voria:  la parola che diventa immagine fotografica.
I Promessi Sposi in una mano, la macchina fotografica nell’altra, il nostro autore ha operato una sintesi perfetta tra testo letterario e immagine, andando a scovare con il cuore prima che con l’occhio alcuni luoghi manzoniani.
E l’occhio e’ diventato l’occhio di Manzoni.
Mario Voria mi ha detto “in ogni pagina del romanzo trovo la storia e la fede” e in effetti nei Promessi Sposi si legano saldamente l’amore per il  vero storico da un lato ( il romanzo si ambienta su uno sfondo storico rigorosamente ricostruito e perfettamente credibile) e l’ispirazione religiosa dall’altro, perche’ il punto nodale e’ la presenza di Dio nel profondo delle coscienze.  
Insomma davvero i Promessi Sposi si pongono come sintesi di quel ” misto di grande e di meschino, di ragionevole e di pazzo come si vede negli avvenimenti di questo mondo” (sono parole di Manzoni scritte  sul “ Conte di Carmagnola”  in una lettera del 1820 all’abate Gaetano Giudici).
E’ comunque la fede il criterio costante di lettura e di interpretazione del reale .
In conclusione  “ solo la fiducia in Dio
(sono parole sue) raddolcisce quei guai che vengono spesso , e li rende utili per una vita migliore”.

 


Esposizioni:

Milano - Urban Center - Galleria V. Emanuele dal 19 febbraio al 20 marzo 2018

Marnate - Santuario Mariano p.za IV novembre dal 27 ottobre al 4 novembre 2018

Esposizioni: rassegna stampa

https://milano.repubblica.it/tempo-libero/arte-e-fotografia/evento/mostra_quel_cielo_di_lombardia_all_urban_center-186905.html

https://www.fondoambiente.it/il-fai/grandi-campagne/i-luoghi-del-cuore/evento/23

https://manoxmano.it/milano/evento/quel-cielo-lombardia-la-parola-immagine-fotografica/2018-02-19/

 

info@mariovoria.it